L'analisi comparativa GPP sulle stampanti al Comune di Padova


stampante epson GPPPunto 3 ha condotto per EPSON Italia un'analisi comparativa GPP, sperimentando la tecnologia inkjet RIPS in luogo della tradizionale tecnologia laser al Comune di Padova. I risultati? Oltre ai vantaggi ambientali, in termini di riduzione di emissioni di CO2 e di produzione di rifiuti, un risparmio dell'89% dei costi di stampa in ufficio.

Se il Comune di Padova adottasse solo stampanti Epson WorkForce Pro RIPS risparmierebbe 19.100 euro all’anno solo in costi gestionali. Ma se tutti i 34 Comuni Italiani di dimensioni analoghe alla città veneta passassero a questa tecnologia, si avrebbe addirittura un risparmio di quasi mezzo milione di euro (esattamente 451.635 euro), cifra che corrisponde alla retribuzione lorda annua di 21 dipendenti comunali. Un vantaggio rilevante per la spesa pubblica, soprattutto in tempi di spending review. Anche l’ambiente sarebbe contento, perché ogni anno si produrrebbero 40,7 tonnellate di rifiuti in meno e 123 tonnellate in meno di CO2 equivalente.

L’importanza e l’attualità dello studio sono estremamente rilevanti, anche alla luce delle politiche comunitarie di Green Public Procurement e degli obiettivi nazionali che, attraverso il DM 13 dicembre 2013, stabiliscono i Criteri Ambientali Minimi per l’acquisto di forniture di attrezzature elettriche ed elettroniche d’ufficio.

Il significativo risparmio economico nei costi di gestione, che include sia i costi dell’energia sia le attività di manutenzione ordinaria (sostituzione dei consumabili di stampa) va associato ad una ancora più straordinaria riduzione del 95% nelle emissioni di CO2 equivalente (0,24 tonnellate contro le 5,4 tonnellate generate dalle stampanti laser) e a un -84% nella produzione di rifiuti associati all’utilizzo dei consumabili (148 kg contro i 900 kg generati dalle laser).

Un dato molto importante per le aziende è infine il controllo del consumo energetico che con l’utilizzo della tecnologia inkjet RIPS diminuisce notevolmente: la ricerca dimostra come questi dispositivi riducano il consumo energetico dell’80% nel formato A4 (da 470,4 kWh a 92,7 kWh) e del 95% nel formato A3 (da 1.601,9 kWh a 75,3 kWh).

Anche tu vuoi fare una analisi comparativa per il GPP? Chiedici come.

 

 

 

 

Condividi: